Citazione di Lenin, argomento Demagoghi
Non mi stancherò mai di ripetere che i demagoghi sono i peggiori nemici della classe operaia.
I peggiori, perché risvegliano i cattivi istinti della folla e perché è impossibile agli operai arretrati di riconoscere questi nemici che si presentano, e qualche volta anche sinceramente, come amici.
I peggiori, perché in questo periodo di dispersione e di tentennamenti, nel quale il nostro movimento cerca ancora se stesso, è facilissimo trascinare demagogicamente la folla, alla quale solo le prove più amare potranno in seguito aprire gli occhi.

Lenin, Opere Scelte, vol. 1, pag. 341

autunno 1901–febbraio 1902

Menu