Citazione di Stalin, argomento Principi eterni
Se è vero che il mondo è in perpetuo movimento e sviluppo, se è vero che la scomparsa di ciò che è vecchio e la nascita di ciò che è nuovo sono una legge dello sviluppo, è chiaro che non esistono più regimi sociali “immutabili”, né “principi eterni” di proprietà privata e di sfruttamento, né “idee eterne” di sottomissione dei contadini ai proprietari fondiari, e degli operai ai capitalisti.

Stalin, Storia del Partito Comunista / Bolscevico / dell’U.R.S.S., pag. 93

1938

Menu